Cipro, annuncio shock della Chiesa: “Tutto il nostro denaro al paese”

hrisostom-cipru“La Chiesa ed i monasteri hanno messo a disposizione tutto quello in loro possesso per salvare il paese” ha detto l’arcivescovo ortodosso cipriota Chrysostomos oggi, dopo un incontro con il presidente Anastasiades Nikos

Fonte: http://www.today.it
La Chiesa cipriota ha annunciato di voler mettere tutto il suo denaro a disposizione del Paese per far fronte alla grave crisi economica che lo ha colpito.

“La Chiesa ed i monasteri hanno messo a disposizione tutto quello in loro possesso per salvare il paese” ha detto l’arcivescovo ortodosso cipriota Chrysostomos oggi, dopo un incontro con il presidente Anastasiades Nikos. La decisione di Chrysostomos arriva all’indomani del no del Parlamento di Nicosia che ha respinto il controverso pacchetto di salvataggio europeo per raccogliere 5.800 milioni di euro.

La leadership politica di Cipro è ora alla disperata ricerca di una via d’uscita per evitare il fallimento dello Stato.

“Il sentimento popolare potrebbe finire in prigione”. Con queste parole due giorni fa il capo della chiesa cipriota aveva commenta gli sviluppi successivi alla decisione dell’Eurogruppo che “suggeriva” il prlievo forzoso dai conti correnti. “Sarebbe sbagliato fare un accordo e sbagliato tornare indietro, non possiamo, e non dobbiamo” aveva detto. Aggiungendo che “il governo dovrebbe dare titoli di Stato, da cinque a dieci anni, e quando troverà il gas usarlo per far ripartire i mercati e così rimborsare i depositanti”. Chrysostomos si augurava che i responsabili del crac pagassero con il carcere, come richiesto dal sentimento popolare. E aveva anche parlato di “bassezza degli europei”.