Celebrazione Pasquale nel Monastero di Lonato del Garda

Secondo giorno della Santa Pasqua come gia di tradizione ,i  sacerdoti del vicariato Ortodosso e della Metropolia si sono recati assieme a S.E. Metropolita Onorifico di Brescia Mons. Avondios , nel monastero di Lonato del Garda . Ringraziamo al Rev. Padre Archimandrita Diodor e alla comunità per l’accoglienza calorosa e per il pranzo Pasquale nel Monastero. Cristo e risorto!

Cristo e risorto ! Hristos a inviat!Хрїсто́съ воскре́се

Anche la nostra Metropolia Ortodossa di Aquileia questo anno 2018 come tutte le chiese ortodosse , ha organizzato la VIII-ma Processione Pasquale su le vie di Milano. La celebrazione pasquale e iniziata alle ore 23 :oo con la Benedizione di Sua Beatitudine Evloghios e con la partecipazione di 14 sacerdoti e diaconi e centinaia di fedeli riuniti per la Santa Pasqua in Via San Gregorio .

Cristo è risorto dai morti, / con la morte ha vinto la morte, / e a chi giace nei sepolcri / ha elargito la vita. Христос воскресе из мертвых, / смертию смерть поправ / и сущим во гробех / живот даровав. Hristos a înviat din morţi, / cu moartea pe moarte călcînd, / şi celor din morminte / viaţă dăruindu-le.

 

VENERDÌ SANTO

In questo giorno Il Sinassario ci illustra bene lo scopo della celebrazione: “Nel santo e grande Venerdì commemoriamo i santi, salutari e tremendi patimenti del Signore Dio e Salvatore nostro Gesù Cristo, volontariamente accettati per noi: gli sputi, gli schiaffi, le percosse, le ingiurie, le derisioni, il manto di porpora, la canna, la spugna, l’aceto, i chiodi, la lancia e soprattutto la Croce e la Morte; inoltre, la confessione salvifica, sulla croce del buon ladrone, che fu crocifisso con Lui”. Bisogna sottolineare che gli uffici del Venerdì e del Sabato Santo, come anche quelli della prima settimana della Quaresima, sono i più lunghi e i più complessi di tutto l’anno liturgico; durante la celebrazione del Venerdì vengono letti 12 brani del Vangelo, cominciando con Gv. 13,31 fino al cap. 18,1 e chiudendo con il brano di Matteo 27,62-66 (il dodicesimo Vangelo). Il momento più commovente della celebrazione lo rappresenta la processione con il crocifisso, mentre si canta l’Antifona XV: “Oggi è appeso al legno colui che ha sospeso la terra sulle acque (questo inizio viene ripetuto 3 volte: il sacerdote e poi il popolo); è cinto di una corona di spine il Re degli Angeli, di una falsa porpora è rivestito colui che avvolge il cielo di nubi, è schiaffeggiato colui che ha liberato Adamo nel Giordano. È confitto con chiodi lo Sposo della Chiesa; è trafitto di lancia il figlio della Vergine. Adoriamo i tuoi patimenti, o Cristo. Mostraci la tua gloriosa Risurrezione”.

L’ultima parola con la quale si chiude l’attesa della Risurrezione è la memoria del ladrone e la speranza di essere ricordati con lui dal Signore nel suo Regno. La celebrazione dedica al ladrone più di dieci Tropari, cominciando con il grande ufficio notturno della passione, quando viene messo a confronto con Pietro: “Il discepolo ti ha rinnegato, mentre il ladrone gridava: ricordati di me, o Signore, nel tuo Regno”.

Cristo, Dio-Uomo, ama l’uomo fino alla perfezione, donando la sua vita. Il Signore, che è la vita, patisce e muore perché egli stesso, spontaneamente, ha accettato e assunto la natura di servo (Fil. 2, 7) per salvare quello che, senza l’avvenimento della Pasqua, sarebbe perduto. Con la sua crocifissione ci ha liberati dalla schiavitù del peccato in quanto colui che è morto per noi è libero dal peccato. “Costui era veramente il Figlio di Dio”, esclama il centurione e la sua testimonianza viene sottolineata dal Cristo stesso nelle parole rivolte al ladrone: “oggi sarai con me in Paradiso”.

Giovedi Santo

SIRIA: UNA PASQUA DI LIBERTÀ E SPERANZA

Appuntamento sabato 7 aprile, ore 23 per un momento di preghiera interreligiosa

Milano, 7 aprile 2018 – Anche quest’anno, in occasione della Santa Pasqua, la Metropolia Ortodossa di Aquileia – Arcidiocesi di Milano e Lombardia porterà nelle vie del capoluogo lombardo un messaggio di speranza che, visti i continui massacri perpetrati alla popolazione civile e in particolare ai bambini, sarà dedicato alla Siria.

Pace e Libertà: sono queste le parole chiave scelte come protagoniste per la processione che avrà luogo sabato 7 aprile alle ore 23, con partenza da via San Gregorio 4 a Milano.

“Ogni giorno accendiamo la televisione e vediamo cosa succede in Siria. – afferma il Vicario Generale S.E. Avondios, referente della comunità cristiano-ortodossa milanese-  Mi sconvolge l’apatia totale dell’occidente nei confronti di quei bambini innocenti che ogni giorno perdono la vita in una guerra assurda. Abbiamo la libertà e non sappiamo sfruttarla. La libertà è un dono di Dio. In Siria non possono festeggiare la Pasqua perché le Chiese sono ormai macerie. Vogliamo lanciare un messaggio di speranza affinché la Siria torni ad essere un luogo dove le persone possano professare la propria religione in un clima di pace e libertà. “

Ma l’impegno e l’attenzione verso queste popolazioni non terminerà il 7 aprile! Grazie alla collaborazione di alcune ONLUS che operano da tempo nei campi profughi dell’area colpita dalla guerra, verrà lanciato nel breve periodo un progetto che vedrà lo sport al centro di un ponte virtuale tra i bambini siriani e quelli italiani.

La Metropolia Ortodossa di Aquileia – Arcidiocesi di Milano e Lombardia ringrazia la Comunità cristiano-ortodossa milanese e tutte le altre comunità che hanno sposato con entusiasmo e partecipazione questa iniziativa.

INFORMAZIONI UTILI

PARTENZA: Via San Gregorio- Ang. Corso Buenos Aires.

TEMA SCELTO: PACE

PRIMA STAZIONE: Viale Tunisia – Ang. Corso Buenos Aires

TEMA SCELTO: SPERANZA

SECONDA STAZIONE: Viale Tunisia – Ang. Via Lecco

TEMA SCELTO: LIBERTÀ

TERZA STAZIONE: Via Lecco – Ang. Via San Gregorio

TEMA SCELTO: COMMEMORAZIONE DELLE VITTIME 

Pasqua per la Syria

Basta accendere la televisione in un momento qualsiasi della giornata e sicuramente sentirete parlare delle  notizie sulle guerra in Siria, morte, devastazione , migliaia di famiglie , bambini uccisi e sfollati a causa di una guerra che nessuno vuole , ma esiste.

Come ogni anno la nostra Metropolia Ortodossa di Aquileia dedica la pasqua , come messaggio di pace e preghiera a Dio per i piu sfortunati figli di Dio che vivono il terrore della guerra e delle ingiustizie. 

La Santa Pasqua di questo anno Sabato serra 7 Aprile alle ore 23:oo con  la processione Pasquale la dedicheremo simbolicamente alle centinaia e migliaia di persone e bambini della SYRIA. 

Pace in terra , Pace alla Syria.

Domenica delle Palme , Duminica Floriilor

 Oggi 1 aprile 2018 la nostra Metropolia si e unita con tutta l’ortodossia nel celebrare   la Festa dell’ingresso di Gesù in Gerusalemme. Domenica delle Palme ci introduce nella settimana Santa che ci fa rivivere gli eventi della passione, morte e risurrezione del nostro Signore Gesù Cristo.
Lunedì, Martedì e Mercoledì la Chiesa Ortodossa  ricorda l’unzione di Betania, l’annuncio del tradimento di Giuda e del rinnegamento di San Pietro, la preparazione della cena pasquale.

Il Giovedì Santo mattina in tutte le Chiese ortodosse  si celebra la Santa Liturgia della Cena del Signore Gesù con la lavanda dei piedi .
Nelle ore serali  Si da la lettura dei Santi 12  Vangeli, dove Gesù e la passione sulla Croce del nostro Signore Gesù Cristo.
Il Venerdì Santo si celebra la Passione del Signore la sepultura e la deposizione nella tomba del Nostro Signore con il conto delle lamentazioni .
Il Sabato Santo si fa memoria della sepoltura e discesa nel regno dei morti nell’attesa della risurrezione, che viene celebrata nella solenne veglia pasquale, madre di tutte le veglie e nella domenica di risurrezione. Il triduo pasquale risplende al centro dell’anno liturgico e ha in esso la centralità che ha la domenica nella settimana.