Storia della Metropolia di Aquileia e l’Europa Occidentale

stemmiC

La nostra Metropolia di Aquileia e l’Europa Occidentale ha ricevuto un Tomos di autonomia nel 1984 da Mons. Auxentios al  ( consacrazione Episcopale dalla Chiesa Russa in Esilio R.O.C.O.R.)fine di proseguire il lavoro missionario ortodosso tra la gente ortodossa in diaspora e non ortodossi dell’Occidente . Dopo il trasferimento del suo primo gerarca Metropolita Gabriel del Portogallo nella Chiesa Ortodossa Autocefala di Polonia , il vescovo di Milano, S.E. Evloghios viene scelto come secondo Metropolita Primate dal Santo Sinodo .

Metropolita Evloghios prendendo titolo di Arcivescovo di Milano e Longobardia ( Statuto legale Atti Pubblici Rep. Italiana 1992), Metropolita di Aquileia e l’ Europa Occidentale , America e Canada che comprende quattro diocesi in Europa , così come decanati missionari in Inghilterra , Spagna, Francia , Sud Africa e Stati Uniti . Esistendo comunità di rito occidentali nel Santo Sinodo di Milano, anche se il rito principale liturgico è il rito bizantino-slavo della Chiesa ortodossa universale .

Nel 1989 , Arcivescovo Evloghios entra in piena comunione con Metropolita Mstislav , il primate della Chiesa Ortodossa Ucraina USA e più tardi eletto Patriarca della Chiesa Ortodossa Ucraina – Patriarcato di Kiev . Piena comunione con il Patriarcato di Kiev cessò nel 2006, prima della condanna del Patriarca Filaret di Kiev da Mosca per motivi politici territoriali. Nel 1993 Patriarca Volodymir riconferma con un nuovo Tomos l’Autonomia al Sinodo di Milano guidata dall’Arcivescovo di Milano e Longobardia – . Metropolita di Aquileia , Europa occidentale e Canada .

 Nel 1990 , Arcivescovo Evloghios viene elevato Metropolita Primate del Santo Sinodo di Milano.

 Nel 1990 , il Metropolita Evloghios diventa membro del Santo Sinodo del Patriarcato di Kiev ;

 Nel 1993 , il Metropolita Evloghios ottenere il Tomos del Autonomia per il Santo Sinodo di Milano del patriarca Volodymyr .

 Nel 1995 , il Metropolita Evloghios partecipata alla elezione del nuovo Patriarca di Kiev ( Filaret ( Denisenko ) .

 Nel 1997, il Sinodo di Milano ha aggiunto due arcidiocesi negli Stati Uniti , Arcivescovo di New York e Arcivescovo di Texas .

 Nel febbraio 2011 , gli arcivescovi negli Stati Uniti sono stati concessi a Tomos di Autonomia dal Santo Sinodo di Milano , che includeva il decanato britannico. Comunione convenzionale cessò tra la chiesa americana e il Santo Sinodo di Milano nell’aprile 2011 per i motivi di dialogo di unità del Sinodo di Milano con il Patriarcato di Mosca. In questo periodo fino il 2013 Metropolita Evloghios e l’Arcivescovo Avondios rinunciano ai titoli amministrativi ma non al Episcopato in dialogo di unità e riconoscimento ufficiale da parte della Chiesa Russa – Patriarcato di Mosca. Per questo motivo S.E. Arcivescovo Onofrio di Bergamo insieme agli Americani si ritirano . Arcivescovo Onofrio diventando  Metropolita del suo sinodo..

 Nel 2013 –Vescovo Vladimir di Clasis viene ripreso nel Sinodo di Milano facendo penitenza dopo aver abbandonato S.B. Evloghios , che nello stesso anno si ritira in pensione come riportato nel decreteto Metropolitano (Atti Sinodali), con l’approvazione del Santo Sinodo.

 Nel ottobre 2013 viene accettato nel Santo Sinodo di Milano, S.E. Metropolita Daniel del Sinodo di Rafael.

Nel dicembre 2013 viene accettato nel Santo Sinodo di Milano S.E. Vescovo Visarion- (Bulgaria)

 Nel mese di settembre 2013 Tomos di autonomia concesso agli Arcivescovi negli Stati Uniti sono stati definitivamente sospesi dal Santo Sinodo di Milano nel Decreto 639 facendo la soppressione ufficiale della diocesi di New York e la sua metropolitana Jhon.

 Santo Sinodo di Milano

Metropolitan Evloghios di Milano – Metropolita Primate

Metropolita Avondios di Brescia- Vicario Generale della Metropolia

Metropolita Daniel di Torino e Como –Presidente delle Relazioni Estere della Metropolia

Arcivescovo Boris di Germania – Metropolita onorifico.

Vescovo Visarion di Ivrea.

Vescovo Ildefonso di Segorbiga(Spagna) – ritirato in pensione

Aggiornamento 

“Il Sinodo di Milano nella sessione aprile del Santo Sinodo sospende ai divinis e condanna tutti i vescovi usciti dal Sinodo di Milano per motivi noncanonici e puramente personali, in base ai canoni della Chiesa Ortodossa . Il Santo Sinodo di Milano prendendo atto dal fato che certi vescovi vaganti , hanno creato problemi seri all immagine dell’ortodossia ufficiale , il Santo Sinodo non riconosce piu la validità sacramentale del loro Episcopato , essendo fuori dalla comunione con il nostro Sinodo e altre Chiese Ortodosse Autocefali.

Ogni riferimento di questi “vescovi” alla successione apostolica della nostra Metropolia e illegale e falsa, e in conformità con i Santi Canoni della Chiesa Ortodossa e le leggi dello Stato Italiano sono condannati con gli articoli di Legge .”

285359_374796162627972_1191059706_n