Il cristianesimo oggi

Secondo il pensiero d’oggi  per la maggioranza degli uomini contemporanei si difende piu spesso l’idea di  si crea una “religione di comodo”, un Dio proprio, personalizzato  che gli permetta di fare il “bene”, quando , dove e in un tempo determinato dal “ego”personale , dal individualismo  che preferiscono e non gli dica nulla se praticano il “male” che desiderano, il “male” opportuno , necessario in caso di dare una spiegazione alle proprie idee .Un Dio creato al immagine e somiglianza del uomo politicizzo ,tecnologico , modernista. 

Una divinità  personale che li apprezzi quando si impegnano con fatica in sacrifici enormi che danno soddisfazione e che gli permetta  di non  affaticarsi nei precetti religiose e morali che sono un po’ ingombranti oggi . Il cristiano moderno non vuole più stare alle regole di una chiesa e della sua dottrina che non rispecchia più i tempi moderni e la frenesia del mondo piu spesso schiavizzato  dalla tecnologia. Poi alla fine queste persone che si creano un Dio egoistico individuale, danno al loro dio un “timbro” di una religione moderna , liberale e aggiornata ai tempi attuali , che a loro piace…per esempio:  il Cristianesimo globalizzato .

Il cristianesimo oggi si confronta con una crisi d’identità dovuta alle nuove forme di eresie , eresie sconfitte e combattute nei secoli passati nei concili ecumenici con tanto di sofferenza e a volte con il prezzo della vitta stesa . 

Oggi come mai nel tempo siamo spettatori di una globalizzazione religiosa ,dove tutto e permesso e tutto e concesso nel nome di un “dio” conforme al “Nuovo Ordine Mondiale “. Oggi vediamo più che mai la nuova forma di una religione „New Age “ è un’espressione generale per indicare un vasto movimento religioso che comprende in esso , cristiani , ortodossi , cattolici , protestanti , buddisti mussulmani , hindu e ogni forma di religione impegnati nel difendere un unico messaggio “Dio e uno”. La domanda che nasce : E veramente un bene per la cristianità tutto questo ? e giusto tutto ciò ? E conforme il movimento mondiale religioso a Cristo e alla dottrina ortodossa ? secondo me e pericoloso in quando cercando di correre nel trovare il prossimo , di non perdere la propria identità in Cristo !!!!  Eresia rimane eresia e non si può trovare dialogo nel errore , un errore viene coretto e non esiste diplomazia nel accettare “verità “ al diffusori di unica Verità ,GESU CRISTO.

Il cristianesimo oggi vive la sua agonia propio perché , la chiesa stessa ecclesia , e i suoi membri, i fedeli si ribellano interiormente ,vivendo una condizione di disaggio nel applicare la volontà di Dio e il Vangelo alle loro vite , che non sono piu conforme alla vita stessa della Chiesa e di Cristo .

Gesù chiede ai suoi discepoli  e attraverso loro a noi oggi ,di condurre una vita radicata nel Vangelo. La scelta diventa faticosa e impegnativa soprattutto oggi, per i cristiani di  fare una scelta controcorrente ed esigente in conformità con il mondo d’oggi . 

Le domande frequenti oggi a volte semplici o banali , ma domande  di chi vuole  minimante  condurre una vita “cristiana” conforme al Vangelo del Signore Gesù sono quasi le stesse : Cosa devo fare quando sono invitto ad una festa di domenica durante la liturgia ? o : Se mi trovo in Quaresima , nei digiuni e sono invitato a cena e non posso mangiare carne , per non offendere gli amici, cosa devo fare ?… La risposta e proprio nel vangelo : Sia invece il vostro parlare: “sì, sì”, “no, no”, il di più viene dal Maligno» (Mt 5,37). Dobbiamo essere interrogati nel nostro spirito e sapere chiaramente da quale parte stare e con chi dobbiamo essere amici . L’amicizia del mondo porta le sue colpevolezze , comporta compromessi che ci allontanano della verità di Dio , ci fa conformi al peccato escludendoci dal Regno di Dio , rinunciano piano , piano alla stessa eredita della Vita eterna che e Cristo . La parola di Dio e eterna e Lui stesso rimane immutato nei tempi . La moda, il mondo passa ma la Sua parola rimane immutabile nel tempo ecco perché dobbiamo essere svegli e saldi nella fede , nel ortodossia .

Chi crede nel Figlio ha vita eterna; ma chi rifiuta di credere al Figlio non vedrà la vita” (Giovanni 3:36). Credere nel Figlio di Dio significa credere nel Cristo incarnato fato uomo per la nostra salvezza .

Un vero cristiano oggi è una persona integra e decisa , una persona  che ha messo la sua fede e fiducia nel Signore Gesù Cristo . Il vero cristiano crede fortemente  che Gesu è morto sulla croce “Egli è stato trafitto per i nostri delitti, schiacciato per le nostre iniquità. Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto su di lui; per le sue piaghe noi siamo stati guariti. Isaia 53:5-6”

, ed è risuscitato il terzo giorno per ottenere la vittoria sulla morte e donare la vita eterna a tutti coloro che credono in Lui.“Ma a tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel Suo nome”. Un vero cristiano è un figlio di Dio, fa parte di Dio e gli è stata data la nuova vita in Cristo, attraverso la Chiesa  , attraverso i Sacramenti della Chiesa che portano alla salvezza .Attraverso solo il rispetto della legge di Dio nella Chiesa prossimo salvarci , non esiste diplomazia per chi vuol salvare la sua via e non serve aggiornamenti modernisti per alleggerire il “peso” della Salvezza .  

La caratteristica di un vero cristiano è l’amore per gli altri  e quando mi riferisco a questo e rivolto per tutti ma e importante sapere che dobbiamo assolutamente rimanere nel l’ubbidienza alla Parola di Dio  e alla Chiesa ,(1 Giovanni 2:4; 1 Giovanni 2:10), il farsi conforme a Cristo solo cosi possiamo diventare veri cristiani e non “cristiani di convenienza”.

Rimaniamo saldi nel ortodossia ,  

                   + Avondios 

                      Vescovo -Vicario generale 

Acest sit folosește Akismet pentru a reduce spamul. Află cum sunt procesate datele comentariilor tale.

Powered by WordPress.com. Temă: Baskerville 2 de Anders Noren.

SUS ↑

%d blogeri au apreciat: